“Il gioco della devozione” – S.R. Masters

Eravamo cinque amici al bar, si potrebbe dire. Adeline, la protagonista del racconto, ritrova dopo quindici anni i suoi amici di infanzia, nella piccola cittadina di Blythe, ripercorrendo le tappe di un passato che per troppo tempo era stati cancellato.


Da ragazzi, infatti, avevano inventato il pericoloso “gioco della devozione”, per girarsi amicizia eterna. Eppure Will, il più problematico del gruppo, durante una delle tappe del gioco, confessa che avrebbe voluto uccidere tre persone, da grande. Uno scherzo tra ragazzi, a distanza di quindici anni, sembra trasformarsi in realtà,  ma il finale sarà sorprendente.


Non il miglior thriller di sempre, ma un romanzo spiazzante e accattivante, anche se a mio avviso non perfettamente riuscito.


Consigliato, comunque. È una piacevole lettura, perfetta per le calde serate estive, non troppo impegnativa.

Fiocchi 3/5 🎀🎀🎀