“Una felicità semplice” – Sara Rattaro

Una felicità semplice in un romanzo semplice. Niente fronzoli o trame troppo intrecciate, ma un racconto lineare ed estremamente verosimile che ci parla di amore, perdita, dolore, speranza e coraggio.


La storia gira intorno a Cristina, ancora innamorata di Andrea, incapace di lasciarsi andare all’idea di poter essere di nuovo felice.
Ma il suo vicino di casa, Claudio, è un prestigiatore che forse saprà indicarle l’incantesimo giusto per tornare a vivere.

Una grande carica emozionale espressa in una scrittura docile e scorrevole, che narra di un cuore che rinasce dalle sue ceneri con parole semplici e alla portata di tutti.
E anche i personaggi sono ben strutturati, estremamente realistici e “comuni”.

Perfetto quando la lettura vuole rappresentare il relax di una domenica non troppo impegnata.

Fiocchi: 3/5 🎀🎀🎀

“Il caso Fitzgerald” – John Grisham

Che scoperta, Grisham!
Unire libri, scrittura, mistero e racconti di spie richiede fantasia e professionalità.


Un thriller misterioso che affronta tutto ciò che riguarda il mondo degli scrittori: dalla nascita del romanzo alla sua stesura, dell’editoria alla vendita, dal collezionismo alle dipendenze.


Mercer Mann, da giovane scrittrice al verde diventa la spia perfetta per risolvere il caso che ha visto rubare i preziosi manoscritti di Fitzgerald dalla biblioteca della Princeton University. Dal valore di venticinquemila dollari, quei preziosi volumi potrebbero trovarsi proprio a Camino Island, dove Mercer trascorreva le estati  a casa della nonna.


Un romanzo avvincente e scritto egregiamente, in grado di catturare l’attenzione fin dalle prime righe, analizzando con incredibile accuratezza ogni dettaglio. Verosimile, credibile, appassionante.

Fiocchi 4/5 🎀🎀🎀🎀

“La biblioteca di mezzanotte” – Matt Haig

TRIGGER WARNING.

Tra la vita è la morte c’è una biblioteca, dove un orologio segna sempre la mezzanotte in punto. Se il tempo cambia, le possibilità sono solo due: si vive ancora o si muore.


Ho vissuto questo romanzo in un insieme di speranza, paura e tristezza.
La morte spaventa, inquieta. La maggior parte delle persone la rifugge, me compresa.

Ma, purtroppo, c’è anche chi la morte la cerca e la invoca, come Nora, la protagonista di questo romanzo, sola al mondo e distrutta. Quando Nora tenta il suicidio, viene catapultata nella Biblioteca di Mezzanotte, dove ogni libro rappresenta una possibilità di vita diversa, una scelta differente.

Se avesse scelto di continuare a nuotare, al Liceo, sarebbe una campionessa olimpica. Se avesse continuato a cantare, sarebbe una rock star. Se avesse seguito i suoi sogni di bambina, sarebbe una glaciologa. Non avrebbe perso alcuni affetti, ne avrebbe conosciuti altri.

Addirittura avrebbe la vita dei sogni: una bella famiglia, un bel lavoro, una bella casa e un’esistenza di amore.
Eppure, in tutte le vite che attraversa, c’è sempre qualcosa che manca, che non va, che la fa sentire estranea a sé stessa, che la fa tornare alla Biblioteca.


Quando ci torna per l’ultima volta, può scegliere. Viva o morta?


Matt Haig, con sensibilità e, talvolta, ironia, tocca corde difficili, scalda il cuore e aiuta a comprendere quanto sia bella la nostra vita, con tutti i suoi difetti. Le nostre scelte sono ciò che ci rende umani, che ci permette di avanzare in un modo o in un altro, di diventare scienziati o operai, di amare e farsi amare o restare soli.
Ed è intenso, e fa paura. Ma è bellissimo.


Chissà cosa ne sarebbe di noi, se avessimo preso una strada diversa, quella volta…

Fiocchi: 4/5🎀🎀🎀🎀

“Colazione da Darcy” – Ali McNamara

Qualche volta anche i lettori più accaniti hanno bisogno di rilassarsi e di leggersi un bel romanzo rosa, di quelli soft e perfetti sotto l’ombrellone. Io, purtroppo, non ho letto questo romanzetto in riva al mare, ma sicuramente ho apprezzato il tono leggero e frivolo delle sue pagine. Una storia carina, nella sua semplicità, in grado di regalare comunque qualche colpo di scena.
Darcy si ritrova improvvisamente proprietaria di una piccola isola in mezzo al mare irlandese, con il compito di farla rifiorire e ripopolarla come lo era quando zia Molly vi trascorreva le estati… un compito per nulla facile, soprattutto per una ragazza di città ossessionata dal fashion. Eppure, un’isola dal fascino speciale può fare miracoli e, addirittura, far trovare il vero amore! Unico problema: dov’è la colazione nel cottage di Darcy? Non è dato saperlo, ma poco importa: anche se il titolo non è azzeccato, la lettura è stata piacevole ugualmente.
Per chi ama i lieto fine e le storie semplici e rilassanti.

Fiocchi: 3/5 🎀🎀🎀

“Un letto per due” – Beth O’Leary

Un’appassionante e travolgente commedia romantica, dal finale prevedibile ma non per questo meno coinvolgente.

Il romanzo d’amore ideale, moderno e accattivante, che fa sognare fin dalla prima pagina.

Un po’ come la sceneggiatura di un film britannico, fatto di scene buffe e dolcissime.
Tiffy e Leon sono agli antipodi, lei estroversa e lui introverso, lei esuberante e lui più riflessivo.

I due si trovano a dividere lo stesso letto in momenti diversi della giornata, vivendo nello stesso appartamento senza mai incontrarsi…finché non arrivano i bigliettini lasciati sul mobile della cucina e un buffo incidente con la sveglia!

Mi è piaciuto davvero tanto! Capitoli brevi in un’alternanza di punti di vista che risulta davvero studiata nei minimi dettagli. La lettura leggera e spensierata perfetta per l’estate!
Consigliatissimo, per tutti i romantici!