“Non è questo che sognavo da bambina” – Sara Canfailla e Jolanda Di Virgilio

Lo specchio dei nostri tempi.
Di certo non si tratta di un romanzo eclatante, quanto più di una sorta di “diario di bordo” che racconta vita e (dis)avventure di una millennial qualunque. Chi di noi figli degli anni ‘90 non si riconosce, almeno un po’, in Ida? Neo-laureata, creativa, piena di speranze per il futuro e una vita lavorativa ben diversa da quella che si era immaginata quando studiava sceneggiatura in Accademia.

Ida infatti, da scrittrice di plot si ritrova a diventare scrittrice di copy in un’agenzia di Social Media Marketing. Dalle stelle ai dati di engagement, dall’italiano perfetto ad un surplus di parole inglesi, per di più con un contratto precario, che più precario non si può, corredato da una paga imbarazzante e da una sola, vana, speranza di un contratto (a tempo determinato).

Insomma: la realtà dei più.
Tra un ufficio diverso da tutti gli altri, un ex amore ancora nella testa, amici non proprio sinceri, colleghi avvanenti e tanta ironia, Ida si trova a vivere le sue giornate lavorative riscoprendosi diversa da quello che credeva, forse più coraggiosa, forse più realista. In fin dei conti, nessun bambino dei nostri tempi sognava di diventare Social Media Manager. All’epoca, i social mica esistevano!


Ben scritto, follemente realistico, ma nulla di eccezionale.

Fiocchi: 3/5 🎀🎀🎀

“I quaderni botanici di Madame Lucie” – Melissa Da Costa

Tristezza. Solitudine. Rinascita.
La storia intensa di Amande, trentenne che vive un’esistenza felice e tranquilla, innamorata di Benjamin e in attesa di una piccola Manon.

All’improvviso, nell’arco di poche ore, la sua vita si stravolge totalmente e Amande si ritrova sola, a dover ricostruire tutto. Con estremo coraggio, sceglie di abbandonare la sua vita precedente e di affittare un’antica casa di campagna. Qui, grazie ai calendari e agli appunti lasciati dall’ex padrona di casa, riscopre la bellezza delle piccole cose, rinascendo giorno dopo giorno insieme ai fiori e ai frutti della terra.


Un libro intenso e che fa pensare a quanto le nostre vite siano fragili. Amande, la protagonista, fornisce fin dalle prime pagine un insegnamento fondamentale: lasciarsi attraversare dal dolore è l’unica chiave per uscirne, talvolta anche scoprendo nuove passioni e sogni, con più forza di prima.


Una bellissima lettura, molto triste in alcuni passaggi, ma piena di speranza.
Fiocchi: 5/5 🎀🎀🎀🎀🎀

“Ascolta i fiori dimenticati” – Holly Ringland

Un libro che ti entra dentro, come non mi succedeva da tanto. La storia di Alice Hart e della sua crescita, da piccola bambina nata in una famiglia disastrosa a giovane donna in grado di ricucirsi addosso il suo avvenire, ti cattura e non ti abbandona fino all’ultima pagina. E’ uno dei quei (rari) libri, per cui ti dici “Non vedo l’ora di tornare a casa per leggere!”. Un vero gioiello scoperto per caso, che meriterebbe molta più attenzione.


La trama incuriosisce e cattura, la scrittura fluida e ben calibrata spinge a continuare la lettura, capitolo dopo capitolo.


Holly Ringland ha creato magistralmente la storia di una vita, verosimilmente terribile, tra personaggi di grande positività (il più delle volte donne, ma un paio di ragazzi si salvano…) e di estrema negatività. La violenza viene curata con l’amicizia sincera, le ferite si rimarginano tra i fiori.


Vale la pena citare qualche informazione sulla trama. La vicenda si svolge tra le affascinanti terre australiane, rigogliose da un lato e terrificanti e aride dall’altro. Alice Hart, la protagonista, vive in una famiglia estremamente disfunzionale, tra un padre violento e una madre succube. Alice è una bambina di soli 9 anni, alla ricerca di una via di salvezza per sé stessa e per i suoi genitori. Una sorta di “Matilda”, che trova tra i libri una via di uscita e che, anche grazie ai racconti di miti e fuoco, si salva davvero. Un incendio porta via tutto quello che conosce, lasciandola sola e nel silenzio dato dal trauma di una vita già troppo difficile. E’ allora che conosce sua nonna June, che la accoglie a Thornfield, patria dei fiori di campo, dove Alice inizia la sua nuova vita, circondata dall’affetto di amiche fidate e da fiori che racchiudono significati arcaici.

Eppure, per le ferite più grandi ci vuole tempo, pazienza, a volte anche qualche errore e qualche persona sbagliata tra i piedi. E’ l’unica via per tornare davvero a casa e scoprire, dal nulla, che c’era qualcuno ad attenderti.


Una sorpresa ad ogni pagina.


Fiocchi: 5/5 🎀 🎀 🎀 🎀 🎀

PS: Una sola nota negativa: la copertina originale era molto più bella!

“Scegli me” – Tess Gerritsen e Gary Braver,

Torna il mistero per Longanesi, con un romanzo tra il poliziesco e il thriller. Taryn Moore, fulcro del racconto, viene trovata senza vita sotto alla finestra di casa sua. Una morte inspiegabile per una ragazza di poco più di vent’anni, che dà il via ad un’indagine e un’introspezione per la detective della Omicidi Franke Loomis.


Un femminicidio che nasce da una catena di amori malati, sbagliati, surreali.


Un romanzo che cattura dalla prima pagina, facendo odiare e amare i personaggi e le loro stesse debolezze, fino all’ultima pagina.
Consigliato.

Fiocchi: 4/5 🎀🎀🎀🎀

“Lydia Bird va a letto presto” – Josie Silver

Morte e rinascita non sono altro che due facce della stessa medaglia. Quando Freddie scompare in un tragico incidente, per Lydia è la fine di un grande amore, ma anche il lento e inesorabile inizio della scoperta di sé.


Quanto di Lydia era rimasto sopito, durante gli anni insieme? Quante cose non aveva avuto il coraggio di fare, prima di restare da sola? Tra il sonno e la veglia, due mondi paralleli scorrono con racconti di vita diversi, ma che, alla fin fine, aiutano soltanto a comprendere quanto sia bello diventare coraggiosi.
Una storia semplice, ma che tiene incollati, perché le seconde occasioni a volte arrivano a sorpresa.

Scorrevole e accattivante, capace di trattare un argomento pesante come la morte della persona amata con leggerezza, senza mai intristire il lettore.

È un racconto di rinascita, di voglia di riscattarsi, del viaggio alla riscoperta di una sé stessa più forte.
Bello.

Fiocchi: 4/5 🎀🎀🎀🎀