Universo.

Chissà se poi tutti gli esseri umani sperimentano questa battaglia dentro. Questo crescere e decrescere di sensazioni che si scontrano, si uniscono, si influenzano, si oppongono, si sposano. È bene o è male? È giusto o è sbagliato? È una guerra continua tra mille emozioni, non è solo un duello perenne. Come se dentro di me ci fossero altre infinite me, ognuna con una visione diversa di ciò che mi accade. Non so chi prevalga ogni volta, magari è sempre la stessa piccola me o magari cambia ad ogni occasione. Esplosioni continue di supernovae, galassie che si ritrovano a combattere per un po’ di spazio in più. È meraviglioso, sfiancante, affascinante, inquietante. Eppure, non potrei mai immaginare una vita senza questi scontri, che mi sollevano e mi abbassano continuamente.

Annunci

Altre vite.

Ho già vissuto quella vita. Ogni giorno, ogni istante. Ho arredato casa e ne ho annusato ogni angolo. Ho sentito la morbidezza delle nostre lenzuola bianche e ho trascorso interminabili ore sul divano, con il calore del tuo corpo accanto. Ho spolverato i nostri libri innumerevoli e sistemato il tuo disordine. Ho cucinato per te, qualche volta, e ho mangiato quel che preparavi tu. Sono uscita di casa e ho camminato felice per vie che non ho potuto conoscere appieno. Ho lavorato in uffici di fantasia e sono tornata nel nostro appartamento trovando un bagno caldo. Ho imparato a girare sola per città ignote, senza aver paura di non poter più tornare indietro. Ho imparato che la vera casa era tra le tue braccia, al sicuro, tra mille litigi e mille baci per fare pace. Ho scoperto di poter essere me stessa senza freni, di saper stare sola pur bramando un’altra serata insieme. Ho cresciuto vite che respiravano di immaginazione e ho cantato ninnananne di infiniti sospiri dolci. Ho stretto gioielli tra le mie mani e ti ho visto semplicemente vulnerabile a prenderti cura di una stella lieve. Ho vissuto tutto, in quell’angolo di cuore dove riposano ancora i sogni.